La gratuità e la solidarietà sono valori fondanti dell’Opera Don Calabria. Anche per la Città del Ragazzo è essenziale il coinvolgimento di quanti hanno già compiuto il loro percorso di inclusione personale e socio-lavorativo, affinché possano dare il proprio contributo di esperienza a coloro i quali devono ancora realizzarlo. Ciò è reso possibile grazie a volontari sensibili ed opportunamente formati, senza il cui apporto non sarebbe materialmente possibile erogare un servizio così complesso e vario. Per coinvolgere nelle sue attività queste risorse, la Città del Ragazzo ha promosso la creazione di strutture di volontariato autonome, alle quali fornisce gratuitamente la sede.

Associazione di Volontariato Calabriano “Francesco Perez”
La sua attività si basa sui valori della solidarietà e del servizio alla persona umana nelle varie situazioni di sofferenza e di emarginazione secondo lo spirito calabriano, declinato sotto la responsabilità del Superiore Generale dell’Opera Don Calabria.

L’associazione collabora con i religiosi e le religiose della Congregazione Opera don Calabria, apportando il proprio contributo di idee nella realizzazione di attività sociali, culturali e formative; sensibilizzando i propri membri sui temi dell’emarginazione; formando i volontari e promuovendo rapporti di natura confederativa, collegamenti e confronti con gruppi, associazioni, organizzazioni di volontariato e servizi sociali che operano sia a livello locale che nazionale. In base a questi presupposti, essa è in grado di offrire volontariamente e gratuitamente sostegno agli allievi in difficoltà sia familiare che di apprendimento, collaborando alla redazione di progetti di servizio e solidarietà sociale; di recupero e reinserimento sociale e lavorativo per ragazzi in difficoltà, disabili ed emarginati. La sua sede nazionale è a Verona, mentre la sede per l’Emilia Romagna è situata, dal 1988, a Ferrara, e può contare su circa 40 Volontari iscritti all’Albo Regionale, i quali collaborano con gli insegnanti assistendo i ragazzi italiani e stranieri nei laboratori; assistendo i disabili e gli emarginati e collaborando con la comunità educativa anche in attività di manutenzione.

Associazione familiari dei traumatizzati
Costituita nel 1997, essa opera come associazione di volontariato non lucrativa di utilità sociale, vivendo del sostegno delle famiglie, dei parenti e degli utenti stessi, oltre che di alcuni simpatizzanti. L’associazione promuove il recupero alla vita sociale produttiva dei giovani con disabilità acquisita, favorendo la loro integrazione e partecipazione sociale. Il reinserimento delle persone in queste condizioni richiede un opera complessa, che parta dalla promozione di attività che consentano l’innalzamento della qualità della vita dei giovani traumatizzati, soprattutto attraverso il sostegno diretto ad essi ed alle loro famiglie, realizzato grazie all’informazione ed al contributo di esperienza portato da chi ha già dovuto affrontare queste difficoltà. Questo patrimonio di conoscenze e sensibilità viene utilizzato anche per rivolgersi alla comunità, attraverso campagne di sensibilizzazione sui problemi e sulle difficoltà che caratterizzano la vita dei traumatizzati e dei loro familiari; la promozione di campagne di prevenzione e la realizzazione di collaborazioni con altre associazioni analoghe. L’associazione è inserita nell’Albo Provinciale delle Associazioni di Volontariato riconosciute; aderisce ad Agire Sociale ed al Comitato Ferrarese Area Disabili. Partecipa alla Federazione Nazionale delle Associazioni dei Traumatizzati Cranici. Grazie al lavoro dei suoi oltre 200 iscritti, l’associazione realizza molte attività che favoriscono il benessere e rafforzano i legami tra le persone traumatizzate e le loro famiglie: L’associazione promuove e sostiene le attività formative della Città del Ragazzo.

Associazione ex allievi
Nata per espressa volontà dello stesso Don Giovanni Calabria, essa è aperta a tutte le persone che siano state ospitate dalla Città del Ragazzo come allievi; che abbiano vissuto esperienze significative al suo interno (obiettori di coscienza) o che abbiano seguito percorsi di formazione professionale. La sua finalità morale, sostenuta nello Statuto mira a “rinsaldare e perfezionare, nell’animo degli ex allievi, lo spirito di San Giovanni Calabria e la fedeltà pratica ai suoi insegnamenti, nella vita personale, famigliare e sociale”, attraverso attività formative, culturali e ricreative che favoriscano la crescita complessiva dei membri sviluppando la loro sensibilità verso gli ultimi. Le attività vengono svolte grazie ad incontri mensili, caratterizzati da momenti di formazione spirituale basati su argomenti vicini al vivere quotidiano dei membri. L’Associazione si propone anche di aiutare chi ne avesse necessità nel disbrigo di pratiche (ad es. dichiarazioni dei redditi) utilizzando le eventuali offerte raccolte per realizzare adozioni a distanza. Alcuni ex allievi sono inoltre coinvolti nell’attività di volontariato presso la Città del Ragazzo.